E se vi dicessimo che coltivare pomodori con la luce a LED non solo è possibile ma permette anche di avere ortaggi ancora più nutrienti rispetto a una normale coltivazione basata esclusivamente sulla luce solare? Ci prendereste per matti?

L’utilizzo di luci a LED è un fattore fondamentale soprattutto nell’ambito delle coltivazione indoor, una tendenza sempre più in crescita, che permette di coltivare ortaggi direttamente in casa anche a chi non dispone di un orto o di uno spiazzo apposito all’aperto.

Al giorno d’oggi l’illuminazione a LED è il migliore sistema di coltura privata grazie ai tanti vantaggi che porta, primo fra tutti il notevole risparmio energetico che consente al suo utilizzatore. Un fattore da tenere sempre in considerazione quando si sceglie di investire in qualcosa, che sia una passione o una nuova attività.

Ma i vantaggi dell’utilizzo dell’illuminazione a LED non finiscono qua. Secondo uno studio condotto dai ricercatori della Wageningen University, le luci a LED producono risultati migliori rispetto alle tradizionali lampadine a fluorescenza anche in termini di nutrienti del prodotto. Una scoperta che potrebbe rivoluzionare il futuro delle coltivazioni indoor e non solo.

Maggiore vitamina C nei pomodori coltivati con luce a LED

Lo studio effettuato da Philips in collaborazione con l’università olandese ha fatto emergere una maggiore presenza di vitamina C, ricca di proprietà antiossidanti, negli ortaggi che sono stati coltivati con l’ausilio di una dose supplementare di illuminazione a LED.

L’interesse degli studiosi dell’università, da sempre focalizzati sulla correlazione tra cibo salutare e ambiente, era proprio quello di evidenziare l’utilità delle lampadine a LED in colture in serra e indoor.

Si è deciso così di coltivare diverse tipologie di piante in serra andando a incrementare l’esposizione naturale alla luce degli ortaggi con l’illuminazione extra di lampade a LED. Si è ideato un sistema capace di illuminare dal basso anziché dall’alto, raggiungendo così le zone più nascoste delle piante.

Così facendo si è riusciti a sfruttare tutto il potenziale della pianta, ottenendo risultati eccellenti.

Analizzandoli, infatti, è emerso che i pomodori esposti a questa fonte di illuminazione artificiale presentavano un quantitativo di vitamina C pari al doppio di quella presente nei pomodori coltivati a luce solare, nonostante la quantità di luce in più fornita dalle lampadine a LED fosse solo un quarto dell’intensità di quella naturale.

Come accade anche per la coltivazione di microgreens (micro ortaggi) che in alcuni casi sempre grazie all’impiego della luce LED hanno fatto riscontrare picchi di sostanze nutrienti fino a 20 volte superiore all’ortaggio coltivato in maniera tradizionale, è proprio per questo che i microgreens sono stati definiti “cibo del futuro”.

Perché scegliere l’illuminazione a LED per coltivare pomodori indoor

In natura gli elementi fondamentali per la crescita delle piante sono il suolo, l’acqua e la luce solare. Negli anni sono state poi studiate nuove tecniche capaci di ricreare il più possibile un ambiente naturale: prima fra tutte la coltivazione in serra, che richiede grandi spazi e, comunque, risulta spesso di qualità inferiore rispetto alle colture tradizionali.

Ma la vera rivoluzione è arrivata con la coltivazione indoor, che sfrutta l’illuminazione a LED per alimentare la crescita della pianta e può essere utilizzata anche in spazi molto ridotti, senza necessità di avere un giardino per far crescere le piante e neanche di un clima favorevole. Un metodo di coltivazione alternativo come l’idroponica (cioè fuori suolo), per esempio, è una soluzione ideale in questi casi.

Salute e risparmio energetico 

Oltre a risolvere questi problemi, le luci a LED sono estremamente efficienti e consentono anche un notevole risparmio energetico e, secondo questo studio olandese, un prodotto finale ancora più ricco di proprietà benefiche come la vitamina C.

Le luci a LED, poi, sono studiate per resistere in condizioni atmosferiche non convenzionali e possono essere regolate a seconda della stagione e del grado di temperatura di cui necessita la pianta, facendo sì che non sia mai né troppo caldo, né troppo freddo.

E se, utilizzando questa tecnica, gli ortaggi cresceranno anche più nutrienti, a beneficiare dei vantaggi dell’illuminazione a LED non sarà solo la vostra bolletta ma anche la vostra salute.

La fine di pesticidi e sostanze inquinanti

La coltivazione di pomodori tramite serre e lampade LED porta un altro vantaggio importante: la totale assenza di sostanze inquinanti, farmaci e pesticidi.

Infatti, coltivando negli appositi kit LED, non dovrete più utilizzare pesticidi e/o farmaci e, impiegando appositi terricci, le vostre piante saranno prive di qualsiasi sostanza nociva.

Cominciate subito le vostre coltivazioni indoor con le lampade a LED di Growledlamp

Lo sappiamo, dopo aver letto i risultati di questo studio olandese vi è subito venuta voglia di compare una lampada a LED per cominciare la vostra coltivazione indoor o idroponica all’istante.

Growledlamp è pronta a soddisfare ogni vostra esigenza con una vasta scelta di lampade tutte accomunate da un fattore fondamentale: l’altissima qualità.

Le soluzioni LED che proponiamo sono tantissime e studiate appositamente per rispondere a differenti necessità in termini di spazi, costo, produzione e obiettivo, che siate principianti o esperti coltivatori.

I nuovi modelli LED a bassissimo consumo

Molto interessante il nuovo modello a basso consumo della Apollo V3+ ad alta resa produttiva, una lampada studiata per coltivare piante, frutta e verdura di tutti i tipi che consuma per 1 mese di coltivazione solo 4* euro di corrente elettrica!

*valore calcolato su modello da 192 watt modalità Agro

5/5 (1 Review)
Questo elemento è stato inserito in led e taggato .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *